Post

Visita alla portaerei Cavour

Immagine
A inizio Novembre ha attraccato a Genova la nave ammiraglia della Marina Militare italiana: la portaerei/incrociatore Cavour.
Ovviamente molte classi del triennio sono andate a visitarla.
La visita è stata molto essenziale anche a causa della mole di persone interessate, ma nonostante questo non è mancato qualche momento di interesse.

Dopo essere saliti a bordo dal portellone dell'hangar, la visita è proseguita, attraverso varie rampe di scale ripidissime e corridoi molto stretti, fino ad arrivare in plancia. Poi altre scale e corridoi per arrivare nella sala di controllo macchine  e, un ponte più in alto, all'ospedale; infine di nuovo nell'hangar dove, in occasione del Salone dell'Orientamento, erano stati allestiti gli stand dei vari rami della Marina: dai sommergibilisti al Battaglione San Marco all'Istituto Idrografico.

La visita poteva essere più specifica e far vedere, almeno i macchinisti ci speravano, la sala macchine, ma a quanto ci è stato detto era trop…

Cambiamenti climatici a Genova?

Immagine
Cari lettori oggi vorrei parlarvi di quello che è successo il 29 ottobre: c’è stato uno degli eventi più disastrosi degli ultimi anni in Liguria, nonostante l’allerta rossa, che da noi normalmente vuol dire che sono i fiumi a provocare i disastri, stavolta è stato il mare. C'è stata una mareggiata di una forza mai vista, tanto da poter essere definita un ciclone oceanico, forse a causa del cambiamento climatico che sta avvenendo in tutto il mondo. Per dare un'idea di che è successo abbiamo raccolto alcune foto, in particolare di vari punti di Genova come Boccadasse, Sturla,Nervi,Vesima e Voltri.




 Foto 4







Michele Giorgianni



I misteri degli abissi

Immagine
Se dopo la scoperta dell'America pensate di sapere ormai tutto del nostro pianeta; VI SBAGLIATE DI GROSSO!
C'è una grandissima parte del nostro pianeta della quale non sappiamo niente.
Infatti solo il cinque per cento dei fondali marini  è stato mappato topograficamente, il che significa che il 65% dell'intero pianeta (senza contare le masse continentali) resta relativamente sconosciuto. E siccome la Terra è formata dal 71% di acqua, vuol dire che quasi  metà del nostro pianeta è sconosciuto o meglio non sappiamo cosa ci sia sotto.
Eppure, dagli albori dell'esplorazione spaziale, la NASA è riuscita a mappare persino Marte, che dista oltre 220 milioni di km da noi.

Ma allora perché non si fa nulla?
Non è così semplice come si pensa; infatti ci sono molti fattori di cui tener conto.
Ad esempio la temperatura, infatti in moltissimi abissi i raggi solari non riescono a raggiungere il fondale creando così un vero a proprio buco nero
Un altro fattore è sicuramente la pressione: la …

Ciao Patrizia

Immagine
Non doveva succedere. La prima notizia della Gazzetta di quest'anno è di quelle che non vorremmo mai dare. Stamattina, nella palestra della sede in Darsena, si è svolto il funerale della nostra cara amica e collega Patrizia Bottaro.
La palestra - la sua palestra - era gremita di persone, e altre sono rimaste fuori affollando il cortile. La sua famiglia, il suo coro, i suoi studenti, i suoi amici, i suoi atleti, i suoi colleghi, tutti eravamo lì a salutarla e a guardaci e a stringerci, capendo tutto in una volta quanto ci sarebbe mancata.
Alcuni ragazzi del Nautico, immobili e serissimi, fanno picchetto d'onore, ignorando le lacrime silenziose che rigano loro le guance.
In realtà Patrizia ci ha regalato ancora una volta - ancora! - un momento bellissimo. Ha ancora una volta pensato a noi. Così le voci melodiose del suo coro ci hanno commosso e ci hanno strappato un sorriso tra le lacrime, con le canzoni che Patrizia ha scelto per salutarci. Le persone a lei più care hanno condi…

SIAMO TORNATI!

Immagine
Ciao a tutti e ben tornati sulla Gazzetta del Nautico, l'unico sito che ti informa sull'istituto scolastico più bello d'Italia e su tutto quello che riguarda il mondo del mare. :-)
Dopo una sosta di quattro mesi siamo carichi a mille e pronti per rendervi le giornate più belle con i nostri articoli. Quest'anno abbiamo intenzione di pubblicare quanti più articoli possibile mettendoci tutto l'entusiasmo necessario! Ma magari potete aiutarci... Siete devi veri ficcanaso? Curiosate sempre anche quando fareste meglio a farvi i fatti vostri? Vi sentite inutili perchè la vostra media di italiano non supera il 5? Allora siete perfetti per la nostra redazione! Mandate un'email a redazione@itnautico.gov.it
A presto

Valerio Percivale

Buona estate dalla Gazzetta!

Immagine
Anche questo anno scolastico è terminato, mancano pochi giorni prima dell'inizio dell'estate, c'è chi è di fretta e cerca di recuperare le ultime materie e chi invece ha deciso che la scuola è già finita.
Per noi della Gazzetta è stato il primo anno, iniziato a Dicembre quando ci siamo incontrati per la prima volta per scegliere il nome, la grafica e un buon sito per ospitarci.
Così a Gennaio siamo partiti in quarta: abbiamo scritto recensioni di film, libri e spettacoli, abbiamo scritto di navi che naufragano durante tutto Aprile e di modellini di nave che nascono nelle aule del Nautico, abbiamo scritto di viaggi e di musica e vi abbiamo tenuti aggiornati su tutte le attività della scuola, dal calcio alle diverse esperienze in alternanza scuola-lavoro.
Ora anche la Gazzetta va in ferie e la redazione augura a tutti di passare delle buone vacanze estive.
Ci rivediamo a Settembre!

Chi fosse interessato l'anno prossimo a lavorare con noi come redattore può mandare un'…

In Auditorium va in scena il Musical del Nautico

Immagine
Durante l'anno scolastico gli alunni delle classi 1C, 1F, 1H, 2C, 2H e 2M con l'aiuto dei professori Usai e Pellegrino hanno organizzato uno spettacolo musicale chiamato Musical for Europe.
Lo spettacolo è stato rappresentato tutta la mattinata di venerdì 1 giugno nell'auditorium della sede in Calata Darsena.
Si sono esibiti con 7 canzoni in totale, delle quali solo una non era dal vivo ma è stata mostrata in video.
Tra una canzone e l'altra veniva mostato un breve video e vi era letta una lettera destinata a Dino, che si capirà essere un dinosauro: nella lettera veniva introdotta la canzone con la quale si sarebbero esibiti subito dopo e chi si sarebbe esibito. Alla realizzazione dei video ha anche partecipato la professoressa Lucarini.
L'ultima canzone dello spettacolo è stata scritta da loro ed è chiamata "Uscirep!": molto apprezzata dagli studenti che nell'ultimo turno hanno pure richiesto il bis e si sono alzati con le torce del telefono a canta…