Post

Il San Giorgio approda in Cina

Immagine
Nell'ambito del protocollo d'intesa tra il nostro Istituto e il Guangzhou Maritime University, una nostra delegazione, composta da dieci studenti e due docenti accompagnatori, è stata ospite per due settimane della prestigiosa Università cinese.
Dopo aver superato la selezione, i ragazzi scelti (8 di coperta e 2 di macchine), tra cui il sottoscritto, hanno dato inizio alle preparazioni per il viaggio. Il 16 aprile 2019 ha avuto così inizio questa indimenticabile esperienza. La mattina presto dello stesso giorno ci siamo recati all'aeroporto di Genova dove ad attenderci vi erano le due docenti, la Prof. Allasia di Diritto ed Economia e la Prof. Temperini di Inglese, e, superati i controlli, ci siamo avviati al gate per imbarcare sul primo aereo con destinazione Parigi. Qui abbiamo preso il secondo aereo che, dopo un volo di quasi 12 ore, è finalmente atterrato all'aeroporto di Guangzhou.
Una volta superati i controlli ordinari, ritirato i bagagli e cambiato i soldi, ab…

Come diventare bagnini... da Baywatch!

Immagine
Ciao ragazzi, oggi vi volevo parlare di una figura molto importante: quella del bagnino.
Il ruolo del bagnino viene preso come punto di riferimento da parte di qualsiasi bagnante, che si trovi sia in piscina sia mare. La fiducia che si ha nei suoi confronti è totale e di conseguenza si ha una grande responsabilità (potenzialmente si è giudicabili in tribunale). Personalmente non posso raccontare ancora la mia esperienza in questo campo perché ho preso da poco il brevetto, ma posso introdurvi a capire meglio il suo ruolo. Solitamente quando si parla di questa figura, si prende spunto dal film americano "Baywatch" con la convinzione di diventare in futuro bellissimi e circondati da mille ragazze... non è impossibile, ma purtroppo vi sono dei sacrifici da fare!
Nel corso per diventare un bagnino bisogna superare delle svariate prove:
1) PARTE TEORICA
Nella prima prova che si sosterrà, dovremo essere a conoscenza delle nozioni elementari di meteorologia (quindi dei venti e dell…

Riepilogo di un viaggio in solitaria

Immagine
Un viaggio per essere indimenticabile deve avere tre componenti fondamentali.
Deve stupirti quando, alla sera, ripensi a quanta strada hai fatto e quante cose ti sono successe in un solo giorno. Deve portarti chiederti almeno una volta "dove sono finito?". Deve sorprenderti con incontri inaspettati lungo la strada. Se c'è tutto questo, quel viaggio lascerà il segno, indipendentemente dalla durata e dai posti visitati.
Il mio viaggio nel Nord della Sardegna è riuscito nell'intento, mi ha lasciato un'infinità di bei momenti e di lezioni che faticherò a dimenticare.

Ho avuto la possibilità di vedere la Sardegna "vera", quella meno turistica. Sia perché, a causa del periodo, anche i posti più conosciuti come Sassari, Alghero, Stintino e Castelsardo, erano meno affollati, sia perché avendo poco tempo ho dovuto prendere delle scorciatoie che mi hanno portato fuori dai circuiti più turistici. Il bello di spostarsi in autostop è proprio questo: essere costretti …

Visitare Venezia in un giorno

Immagine
Ho avuto recentemente l'occasione di visitare Venezia con la mia famiglia, ma nonostante fosse per un solo giorno mi ritengo soddisfatta di quello che ho visto.
Siamo partiti da casa per arrivare a Venezia prima delle 11, una volta in città abbiamo fatto l'abbonamento per il vaporetto e per il resto del viaggio ci siamo spostati con quello o a piedi. Spostarsi a piedi è uno dei pochi modi per visitare la città non essendoci strade percorribili in auto ma è il modo che più consiglio per riuscire a vedere tutte le case tipiche con le entrate sui canali e tutti i ponti, uno diverso dall'altro. Il ponte di Rialto, per esempio, il ponte più famoso di Venezia che offre la possibilità di attraversare il Canal Grande da una sponda all'altra, o il ponte dei Sospiri, situato a poca distanza da piazza San Marco, che scavalca il rio di Palazzo collegando, con un doppio passaggio, il Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove. Serviva infatti da passaggio per i reclusi dalle suddette prigi…

L'omosessualità nell'adolescenza, ancora un tabù?

Immagine
Capisco che sia un tema molto delicato da trattare, scoprire la propria sessualità nell’adolescenza non è una cosa semplice, senza nessuna eccezione. Ma quale è la sorpresa più grande? Quando una ragazza o un ragazzo confessa a se stesso di essere omosessuale.
Questa constatazione viene spesso messa a tacere dalle idee delle proprie famiglie e dalla società, viene considerato come un tabù, che va dal timore di una possibile delusione paterna, alla paura della scuola e della discriminazione sociale. Non tutti i giovani hanno il coraggio di superare e difendere il loro diritto alla divergenza e quindi rimangono nascosti dietro il velo di una doppia vita e dell'infelicità personale.
Altri, tuttavia, si identificano come tali e scoprono che questa è solo una parte della loro vita che non deve interferire con la loro realizzazione professionale o i loro progetti familiari e sociali.
Esprimere se stessi come omosessuali implica superare le ostilità che impone la comunità circostante, q…

Calcioscommesse e dipendenza, un gioco pericoloso

Immagine
Cari ragazzi oggi vi vorrei parlare di un fenomeno che coinvolge più del 50% dei ragazzi tra i 15 e i 20 anni e che viene considerato da tutti gli esperti una vera e propria patologia, ovvero il gioco d'azzardo. 
Il gioco d’azzardo patologico è una delle prime forme di “dipendenza senza droga” studiate, che ha ben presto attratto l’interesse della psicologia e della psichiatria, ma anche dei mezzi di comunicazione di massa, degli scrittori e dei registi, al punto che si continua spesso a riparlarne in relazione alle sue conseguenze piuttosto serie sulla salute ed in particolare sull’equilibrio mentale che questo tipo di problema è in grado di produrre.

Definiamo l'azzardo patologico
Per cominciare ad individuare gli indicatori della patologia da gioco, è estremamente importante chiarire innanzitutto la necessità di operare una distinzione tra giocatori d’azzardo e giocatori patologici.
Per molte persone, infatti, numerosi giochi d’azzardo sono piacevoli passatempi, in alcun…

Il Nautico qualificato alle nazionali di Duathlon

Immagine
Cari lettori della Gazzetta del Nautico oggi vi porterò una buona notizia: ci siamo qualificati alle nazionali di Duathlon. Immagino che la maggior parte di voi non conoscerà questo termine, è una competizione che unisce due discipline sportive: la corsa e il ciclismo. Il Duathlon è formato da tre frazioni degli sport accennati precedentemente che vengono messi in questa sequenza: corsa, ciclismo e corsa (senza interruzioni). Le distanze variano a seconda del tipo di gara. Qui sotto potrete vedere le principali competizioni attuabili del Duathlon:

Lungo20.000 m.80.000 m.10.000 m.Medio10.000 m60.000 m10.000 mClassico10.000 m.40.000 m.5.000 m.Corto7.000 m.30.000 m.3.000 m.Corto MTB7.000 m.20.000 m.3.000 m.Sprint5.000 m.20.000 m.2.500 m.Sprint MTB3.000 m.14.000 m.1.500 m.Super Sprint anche MTB2.500/3.000 m.10.000 m.1.000/1.500 m.Staffette/ Distanza Youth2.000 m.6.000 m.1.000 m.Miniduathlon800/2.000 m.3.000/4.000 m.400/1.000 m.
 Il Duathlon principalmente è uno sport individuale, però pot…