Abolizione della Net Neutrality: un pericolo per la libertà di tutti

La neutralità della rete è un principio giuridico secondo il quale i provider di servizi internet devono trattare tutto il traffico sul web alla stessa maniera impedendo quindi che questi blocchino o rallentino alcuni contenuti, chiedano costi aggiuntivi per l’accesso ad altri siti o favoriscano i propri a discapito della concorrenza.
Il 14 dicembre 2017 la Federal Communication Commission negli Stati Uniti ha deciso di abrogare le norme a favore della net neutrality.

LE CONSEGUENZE
Dal punto di vista pratico l’abolizione della net neutrality favorirà la nascita di un internet a più velocità, dove i contenuti delle aziende con più risorse saranno veicolati meglio rispetto agli altri, cioè con una qualità più alta e più velocemente. Ma ciò significa anche che i clienti di alcuni provider potrebbero avere difficoltà a raggiungere i contenuti di un certo editore o di un privato o essere costretti a pagare di più per poterne fruire, così come potrebbe esserci la possibilità che alcuni pacchetti di applicazioni, ad esempio “pacchetto social”, con Facebook, Twitter, Instagram..., vengano venduti ad un prezzo fisso. Gli internet provider avranno un solo obbligo: quello di comunicare in maniera trasparente le proprie scelte su eventuali rallentamenti delle connessioni verso alcuni contenuti.

E IN EUROPA?
Nel 2016 l’Unione Europea ha pubblicato delle linee guida per il rispetto e la tutela della net neutrality. Gli stati membri vi hanno aderito più o meno esplicitamente. Negli ultimi anni, diversi operatori hanno immesso sul mercato alcune offerte in chiaro contrasto con queste norme. Per esempio quelle che offrivano l'opportunità di utilizzare alcune app senza consumare i giga di traffico inclusi nel proprio pacchetto. È evidente come abbonamenti di questo tipo favoriscano l’utilizzo delle app incluse nell'offerta a discapito di quelle concorrenti. Per colmare questi vuoti legislativi i primi provvedimenti sono previsti già da gennaio 2018.


Sara Dellepiane

Commenti