La semplicità dell'essere felici

La nostra vita è un’opera d’arte.
Per viverla come ogni artista dobbiamo porci delle sfide e scegliere obiettivi che siano difficili. Limiti con standard d’eccellenza: ben al di là di ciò che abbiamo o di ciò che possiamo realizzare. Dobbiamo tentare l’impossibile per riuscire prima o poi a raggiungere quello che vogliamo, così da dimostrare di essere all’altezza della sfida. Per essere felice, alcune volte, basta poco. Un viaggio, incontrare persone care o semplicemente leggere un libro. Purtroppo al giorno d’oggi questo non viene capito. Ognuno si dichiara soddisfatto in relazione a quello che ha in beni materiali e non comprendono che la felicità è altro. Le azioni cortesi o generose sono gratuite ma vengono recepite con disgusto. L’avaro non riesce ad essere pienamente felice perché nega a se stesso quel valore di legame che il principio di reciprocità potrebbe assicurargli. La felicità nelle relazioni è basata sul rispetto perchè se esso viene a mancare tutto crolla. Si può essere felici in solitudine ma quando viene condivisa raddoppia. La ricerca della felicità non è difficile perché lei è in qualsiasi cosa e per vederla basta solo guardare la vita in modo diverso.
Vivere e godere di ogni momento. Le persone felici spesso sono quelle che hanno avuto brutte esperienze nella loro esistenza. Loro assaporano e capiscono la vera essenza di ogni secondo, minuto e ora di felicità. C’è sempre un’incertezza sul vero significato della soddisfazione d è per questo che una contentezza autentica e totale sembra rimanere costantemente ad una certa distanza da noi, come un orizzonte.

Roberta Spinetti

Commenti

Posta un commento