Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2018

Prima di diventare come i pesci rossi...

Riceviamo e pubblichiamo volentieri questo saggio breve scritto come esercitazione per l'Esame di Stato, ma davvero interessante al di là dell'aula scolastica in cui è stato elaborato.

Ormai è un dato di fatto che le nuove generazioni stiano troppo tempo attaccate al telefono o al pc per leggere e rispondere alle notifiche che arrivano costantemente dai social. Quanta responsabilità è però dei giovani e quanta della famiglia, della società, delle grandi aziende produttrici?
Secondo Lorraine de Foucher la nostra capacità di concentrazione è peggiorata negli ultimi vent’anni a causa di applicazioni e siti internet. Nel resoconto della sua inchiesta prende come esempio Emma, una ragazza quindicenne francese, la quale era distratta continuamente dalle notifiche di Snapchat mentre era intervistata proprio su questo argomento. La ragazza poi spiegava che nel suo liceo la “reputazione”, guadagnata a suon di ‘streak’ su Snapchat, è una specie di indice dell’integrazione sociale.
Inolt…

Robinson Crusoe: un classico da leggere e da vedere

Immagine
“Robinson Crusoe” è un romanzo scritto da Daniel Defoe, pubblicato per la prima volta nel 1719. È un romanzo tipicamente settecentesco nella forma dell’autobiografia che possiamo considerare anche realistico e credibile. È narrato in prima persona ed è la celebrazione del buon senso e dell’utilizzo del cervello per risolvere ogni problema pratico. Ambientato in Inghilterra, Africa, Brasile e Venezuela alla fine del ‘600, tratta delle avventure di Robinson Crusoe, ragazzo di buona famiglia borghese che decide di diventare marinaio contro i desideri del padre che avrebbe preferito vederlo diventare avvocato.
La carriera marinaresca del giovane Robinson inizia malissimo: la sua nave si trova in balia di una violentissima tempesta. Ma quello che viene dopo è anche peggio. Viene catturato dai pirati e sfruttato come schiavo per alcuni anni finché non riesce a scappare e viene salvato da una nave portoghese che lo porta in Brasile. Una volta là, iniziata una carriera di coltivatore che s…

Impressioni da uno stage

Sono le 7:30 di venerdì. Per la prima volta dopo tantissimo tempo non faccio fatica ad alzarmi e non sono del tutto contento che stia arrivando il weekend. Nelle ultime due settimane, dal 26 febbraio al 9 marzo, ho passato circa otto ore al giorno in un'officina di riparazioni navali e non mi dispiacerebbe se questo periodo durasse ancora per un po', ma purtroppo lunedì tornerò a scuola e alla solita routine.

Il primo giorno, nonostante conoscessi già la ditta, ero un po' restio all'idea di doverci passare tutto quel tempo, dato che non pochi dei racconti di chi torna da uno stage parlano di sfruttamento, a volte per lavori totalmente diversi dal corso di studi, o di "ozio forzato". Quel primo lunedì è stato una bruttissima via di mezzo, infatti buona parte della giornata l'ho passata a fare una ricerca datami solo perché non c'era niente da farmi fare e la restante parte a perdere tempo su internet. In seguito ho scoperto che questo era dovuto al fat…

13 marzo 1987: il disastro della Elisabetta Montanari

Immagine
Elisabetta Montanari: qualcuno di voi ne ha mai sentito parlare?
Era una nave cargo, una cisterna adibita al trasporto di gpl, e come tutte le navi anche questa aveva bisogno di alcune riparazioni; così il 13 marzo 1987, Elisabetta Montanari si trovava in secca nei cantieri Mecnavi srl del porto di Ravenna, per manutenzione straordinaria: alcune lamiere del doppiofondo, destinato a ospitare il combustibile presentavano un avanzato stato di corrosione e dovevano essere sostituite.
L’ambiente di lavoro era un intreccio di cunicoli nei quali gli operai svolgevano operazioni di pulizia nella stiva, dovevano pulire la ruggine i residui di combustibile colati dai serbatoi usando palette, spazzole, raschietti e stracci, in un rettangolo stretto 80-90 centimetri.
Alle ore 9:05 un'improvvisa fiammata diede origine all'incendio; il primo ad accorgersi di quanto stava accadendo fu il carpentiere, il quale provò a risolvere la situazione con degli stracci, ma il calore della fiamma ne avev…

K-POP: che cos'è?

Immagine
Il Korean Pop o K-POP (conosciuto anche come Hallyu o Korean Wave)è una corrente musicale contenente generi come il pop, il rock, l'elettronica, l'hip-hop e l'R&B proveniente dalla Corea del Sud.
Il K-POP è una grande fetta dell'industria dell'intrattenimento coreano e i dati possono confermarlo visto che una buna percentuale delle entrate del paese è portato da questo movimento.
Gli artisti, secondo la cultura coreana, devono avere l'immagine di creature perfette e quindi hanno un intero staff di persone che si occupa per ore del loro make-up, dei costumi di scena e delle acconciature dai colori spesso esuberanti.
Le performance sono caratterizzate da coreografie complesse realizzate da gruppi spesso composti da più di sei membri.
Qui, per esempio, il link ad una delle esibizioni del gruppo BTS con il loro ultimo singolo DNA:  https://www.youtube.com/watch?v=XPTx4BjdyV4

La community di fan negli ultimi anni è in continua crescita, soprattutto in Occidente.

Giallo della Tirrenia: ancora nessuna notizia a un anno di distanza

"Donna scomparsa sulla nave: è morta dopo giorni di agonia nella sala macchine". Questo il titolo di molti articoli su Imelda Bechstein, 74 anni, di Monaco. La donna è scomparsa nel nulla la notte del 30 ottobre 2016, mentre era in viaggio per Genova con il marito a bordo del traghetto “Sharden” della Tirrenia.
Il marito della turista aveva lanciato l’allarme un’ora dopo che i due erano andati a dormire in cabina: l’uomo si era svegliato e non aveva visto la donna al suo fianco. Erano state organizzate squadre di ricerca, ognuna in settori diversi della nave, e una di queste era incaricata di controllare il condotto di ispezione delle eliche di prua, proprio la zona dove è stato rinvenuto il corpo (zona delle eliche di manovra di prua). Il traghetto era inoltre stato fatto ritornare indietro per cercare la donna visto che si era pensato, in un primo momento, che potesse essere caduta in mare per un gesto estremo, ed erano anche state avvisate le autorità francesi, visto che …

La mia prima esperienza in stage

Come tutti gli studenti delle classi 3^ anche io quest'anno ho messo alla prova le mie capacità nell'alternanza scuola-lavoro.
Ho svolto le mie due settimane di stage presso un ufficio tecnico: Tekno Consulting, il quale si occupa di impiantistica navale ed è situato a Sampierdarena.
Le persone che mi hanno accolto sono state molto gentili e disponibili e ogni minimo dubbio che mi sorgeva non esitavano a risolverlo, questo ha fatto in modo di rendere l'apprendimento ancora più piacevole.
Durante i primi giorni ho appreso diverse tecniche per il corretto utilizzo di Autocad, successivamente mi sono occupata di modificare uno schema riguardante le acque nere e quelle grige a bordo della nave da crociera MV Artania appartenente a una compagnia tedesca, tramite il quale
saranno a breve coordinati i lavori a bordo.
La settimana successiva, sempre tramite Autocad, ho disegnato, aggiungendo qualche modifica, con l'aiuto di un dipendente, lo schema delle acque di zavorra e sen…

Nautico-Deledda: 4 a 0. Prossima sfida: Leonardo!

La partita di martedì 27 febbraio contro il Liceo Deledda è stata dominata dai ragazzi della nostra squadra fino dal primo minuto di gioco, portando alla vittoria del Nautico per quattro a zero, risultato che sicuramente ha dato una grossa spinta ai nostri giocatori dopo un inizio di torneo un po' sudato.

Il prossimo appuntamento è il 10 di aprile sempre allo stadio della Sciorba alle ore 19:30. I ragazzi scenderanno in campo contro il Liceo Leonardo Da Vinci, nostri grandi rivali, per questo tutti quanti sono invitati a venire a sostenere la squadra.

Lorenzo Cervone