16 aprile 2014: dalla Corea un altro anniversario da ricordare

Dopo il naufragio della London Valour, della Haven e del Titanic (di cui però non abbiamo trattato), concludiamo il tragico mese di aprile con una vicenda accaduta dall'altra parte del pianeta. 
E' la mattina del 16 aprile 2014, siamo in Corea del Sud. Dal porto di Incheon, diretto all'isola di Jeju, tipica meta turistica dei coreani, è salpato il traghetto Sewol; a bordo sono presenti 476 persone tra cui 325 studenti di una scuola superiore in gita scolastica.
La nave è quasi arrivata a destinazione, il capitano non è al momento presente e al timone c'è un terzo ufficiale di coperta con poca esperienza, che accosta maldestramente e il carico, che risulta essere anche più del dovuto, si sposta sul lato sinistro della nave che inizia a sbandare fino a quando non si rovescia e comincia a naufragare.
Dal capitano arriva l'ordine di non lasciare le proprie cabine e pochi minuti dopo uno degli studenti chiama il numero di emergenza e quasi immediatamente viene mandata la prima motovedetta. Qui inizia una catena di errori che hanno portato all'inevitabile, con quasi 300 vittime.
Quaranta minuti dopo le apparecchiature cessano di funzionare e l'equipaggio non riesce più a comunicare né con i passeggeri né con la Guardia Costiera, le ultime comunicazioni date sono state quelle di indossare il giubbotto salvagente, mantenere la calma e restare all'interno. Ad oggi è incerto se l'ordine di abbandonare la nave sia mai stato dato.

Le ragioni dell'accaduto sono innumerevoli: dall'ufficiale inesperto al carico posizionato male.
L'equipaggio ha detto che la nave era difficile da manovrare e questo era dovuto principalmente ad un nuovo ponte, su cui erano presenti un gran numero di cabine, che ha alzato il baricentro della nave.
Il capitano e altri 15 membri dell’equipaggio sono stati accusati di omicidio, negligenza e abbandono della nave.
Il 29 aprile 2014, il governo coreano ha allestito ufficialmente presso la città di Ansan (da cui venivano gli studenti) un altare commemorativo permanente per le vittime del Sewol.

Ieri per ricordare l'evento che ha scosso tutta la Corea i cittadini hanno postato foto e indossato un fiocco giallo.
Il fiocco giallo è stato pubblicato nelle settimane seguenti all'incidente da un club studentesco per unirsi alle famiglie dei dispersi, che per darsi speranza avevano aderito alla campagna "Fiocco Giallo".


L'anno scorso, a febbraio, il gruppo K-Pop BTS ha rilasciato una canzone intitolata Spring Day e alcune fan hanno trovato che le parole e il music video sono dedicati alla tragedia.
Lascio qui il link al video su YouTube.

Sara Dellepiane

Commenti