Guardiani della Costa: la 3L1 al lavoro a Bogliasco e Arenzano

Paesaggio di Bogliasco
I giorni 5 e 18 aprile la classe 3L1 accompagnata dalle professoresse Martino e Benvenuti si è recata sulle spiagge di Bogliasco e Arenzano per il progetto Guardiani della Costa promosso da Costa Crociere Foundation in collaborazione con la Scuola di Robotica.
Questa iniziativa consiste in una collaborazione con scuole di tutta Italia per rendere le spiagge un posto migliore, sensibilizzando gli studenti con un progetto di citizen science, ovvero ricerca scientifica condotta da cittadini. Per gli studenti tra l'altro conta come alternanza scuola lavoro, per gli insegnanti come formazione.
Nella prima giornata abbiamo avuto più difficoltà poiché era la prima esperienza a contatto con il progetto nonostante ne avessimo parlato più volte in classe, ma solo dal punto di vista teorico.
Ci siamo visti a Bogliasco verso le 9 di mattina e il clima sembrava non essere dei migliori, ma poi si è rivelata essere una splendida giornata.
Dopo un'accurata spiegazione da parte delle professoresse ci siamo divisi in quattro gruppi e abbiamo sezionato la spiaggia nelle diverse zone in cui avremmo dovuto lavorare.
C'erano due categorie all'interno delle quali fare le rilevazioni: Biodiversità del Mediterraneo e Uso delle coste e del mare.
Due gruppi quindi si occupavano di setacciare la spiaggia e rilevare gli esseri viventi presenti sulla sabbia o sugli scogli, mentre altri due rilevavano i rifiuti presenti sulle coste.
Con grande stupore ci siamo accorti che le rive della nostra Liguria sono molto inquinate e che ci vorrebbe un mezzo miracolo per ripulirle e renderle belle come una volta.
Per quanto riguarda la Biodiversità abbiamo potuto constatare che nel nostro mare ci sono molte varietà di esseri viventi che nemmeno credevamo potessero esserci.
Per quanto riguarda la seconda uscita, ad Arenzano, possiamo dire di essere stati più abili e veloci nel gestire le situazioni che ci si sono presentate davanti e il numero di rilevazoni effettuate era maggiore rispetto alla volta precedente (110 rispetto a 77).
Come la prima volta ci siamo visti in stazione e abbiamo raggiunto insieme la spiaggia passando per il parco di Villa Negrotto Cambiaso. La prima spiaggia che abbiamo visitato era più pulita e abbiamo trovato diversi tipi di conchiglie, ma purtroppo c'era poco campo per inviare i rilevamenti al sito e ci siamo dovuti spostare su un'altra spiaggia sulla quale era presente un alto numero di pezzi di vetro e meno animali.
Sulle scogliere abbiamo trovato un gran numero di rifiuti piuttosto recenti dato che erano integri e non toccati dal mare, in quanto a organismi viventi abbiamo rilevato alcune specie interessanti tra cui paguri, alga corallina, cirripedi, noti anche come denti di cane, e pomodori di mare.
Tra le cose più assurde che abbiamo trovato ci sono una pianta di bietole su una delle spiaggie di Arenzano, una cartuccia di un fucile da caccia e una cariola sulla spiaggia di Bogliasco.
Sulla scogliera di Arenzano "Dove sono i 5 centesimi?"

La squadra inquinamento a Bogliasco

Redattrice con guanto di gomma

Esplorazione ad alto rischio

E questo?

La spiaggia del porticciolo di Arenzano

Valerio Percivale e Sara Dellepiane

Commenti