Cambiamenti climatici a Genova?

Cari lettori oggi vorrei parlarvi di quello che è successo il 29 ottobre: c’è stato uno degli eventi più disastrosi degli ultimi anni in Liguria, nonostante l’allerta rossa, che da noi normalmente vuol dire che sono i fiumi a provocare i disastri, stavolta è stato il mare. C'è stata una mareggiata di una forza mai vista, tanto da poter essere definita un ciclone oceanico, forse a causa del cambiamento climatico che sta avvenendo in tutto il mondo. Per dare un'idea di che è successo abbiamo raccolto alcune foto, in particolare di vari punti di Genova come Boccadasse, Sturla,Nervi,Vesima e Voltri.
Boccadasse - Il borgo gioiello è stato completamente devastato dalla mareggiata che ha provocato più di due milioni di danni
Passeggiata di Nervi - In questa foto vediamo uno dei posti più frequentati di Nervi devastato dalla mareggiata, per poterla ricostruire ci vogliono 60 mila euro, i lavori sono partiti il 26 novembre; diversi pezzi di uno scoglio hanno provocato delle buche, crateri e  voragini all’altezza di una gelateria del posto (Miramare). 


 Voltri -  anche qui,come a Nervi,è stata distrutta la passeggiata. Il presidente del municipio Claudio Chiarotti ha detto che  bisognerà rifarla da zero, ma non si potrà  costruire più nulla senza aver prima preparato le opere di difesa marina.


 Foto 4

Sturla -  Invece in questa foto si vede come è stato distrutto uno degli impianti della Sportiva Sturla; Stefano Sibilla uno dei consiglieri della Società ha dichiarato in commissione a Tursi: “Chiediamo la protezione a mare, con tempi concreti e i pennelli e se i tempi saranno troppo lunghi chiediamo nel frattempo interventi provvisori” 


 Vesima -  la maggior parte degli stabilimenti balneari di Vesima sono stati distrutti quasi completamente




Michele Giorgianni



Commenti