Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2019

Quarte logistica in alternanza al C.I.F

Immagine
Forse voi non lo sapete ma il Nautico non è solo un istituto che riguarda il mare, è soprattutto un Istituto Tecnico di Trasporti e Logistica.
Da un paio d'anni il Nautico offre ai ragazzi l'opportunità di partecipare ai ragazzi delle classi 4° allo stage presso la fondazione C.I.F.
La fondazione C.I.F è un ente di formazione professionale indirizzato ai giovani che offre anche attività di aggiornamento e riqualificazione per lavoratori occupati, corsi di qualifica e specializzazione per i disoccupati e inoltre fornisce percorsi formativi richiesti dalle imprese e di inclusione socio-lavorativa. Questa fondazione ha vari indirizzi di formazione tra cui la logistica, uno dei principali indirizzi del Nautico.

Quest'anno sto partecipando assieme alla mia classe allo stage per acquisire nuove esperienze nel campo logistico e in ambito lavorativo. Le attività si svolgono in quattro incontri
Il primo incontro siamo andati con i nostri professori di logistica, prof. Munari e prof…

Consigli semiseri per chi vuole iniziare la sua avventura al Nautico

Immagine
Ciao a tutti ragazzi! Come state? Se state leggendo questo articolo, scommetto che avete scelto di iscrivervi al Nautico... forse avete ancora dei dubbi, ma io posso darvi una mano racontandovi la mia esperienza in questa scuola.
Sono sempre stato un ragazzo molto indeciso, difatti quando sono arrivato in terza media, il mio terrore non era come può essere per tanti L'ESAME. La mia paura era nella scelta della scuola superiore. C'erano molte scuole che catturavano la mia attenzione, ma una sola ha avuto la meglio! Mio padre mi ha sempre raccontato la sua esperienza in marina militare, ma tralasciando le passioni tramandate, la mia scelta è stata condizionata da una domanda. Quale scuola mi avrebbe portato ad avere un lavoro dopo la mia esperienza scolastica? Così mi innamorai.
Dopo essere riuscito a passare quel maledetto esame ed essermi goduto le vacanze senza quei pesantissimi compiti estivi, iniziai ufficialmente la mia carriera come marinaio del Nautico.
Il primo giorno …

Stella Maris: un'esperienza da provare

Immagine
Cari lettori della Gazzetta del Nautico, oggi vi parlerò di volontariato, più nello specifico della Stella Maris o Apostolatus Maris . Prima però vorrei chiarire, per chi non dovesse frequentare associazioni di volontariato, il significato di volontario: il volontario è quella persona che di sua volontà va a prestare assistenza di qualunque tipo (secondo la tipologia dell'associazione) a determinate persone o cose. Il volontario non viene retribuito per nessun motivo (tranne qualche caso particolare) perché il denaro raccolto annualmente viene utilizzato per lo scopo dell'associazione: aiutare le persone in difficoltà. Gli ultimi dati comunicano che in Italia sono presenti 6,63 milioni di volontari e ben
44 182 associazioni, inoltre l'età media del personale utilizzato nelle associazioni si aggira intorno ai 48,1 e va molto vicino all'età media italiana 48,7.
La Stella Maris fece la sua prima comparsa il 4 ottobre 1920 a Glasgow da un gruppo di laici. Nel 1922 il proge…

Volete imparare l'inglese? Seguite i vostri interessi!

Immagine
Spesso mi viene chiesto come ho fatto ad imparare l'inglese, molti credono che abbia origini inglesi o che i miei genitori lo parlino, ma non è niente di questo.
Cinque anni fa mi sono appassionata ad una band australiana, ma purtroppo non capivo niente di quello che dicevano e mi sono convinta a voler imparare l'inglese per poter iniziare a comprendere almeno di cosa parlavano nelle interviste o per poter cantare insieme a loro le canzoni.
Fu anche in quel periodo che mi avvicinai molto a internet e quindi ai vari social come Instagram, Twitter o YouTube. E' stato proprio grazie a quest'ultimo che ho imparato l'inglese. Grazie a queste piattaforme sono venuta a conoscenza di vari youtuber anglofoni, citando i miei preferiti potrei dirvi Daniel Howell, AmazingPhil, shaneThatcherJoeZoellaTyler OakleyJoana Ceddia, The Try Guys ma ce ne sono tantissimi altri che vale la pena seguire.  Il primo video che io abbia mai visto era The Disney Challenge e a ripensar…

Murubutu, un prof rapper fuori dal coro

Immagine
Un annetto fa ascoltavo praticamente solo rock e metal. Non mi interessava altro. Men che meno il rap: lo trovavo monotono e ripetitivo.
Intorno a marzo, però, ho dovuto ricredermi almeno parzialmente quando ho scoperto Murubutu: una delle tante perle italiane che, in quanto tali, restano nella penombra.

Murubutu è un rapper che di lavoro fa il professore di storia e filosofia, ed è difficile che una persona del genere scriva testi banali o basati sulle tre o quattro tematiche trite e ritrite tipiche del rap.
La sua musica è infatti caratterizzata da influenze letterarie anche piuttosto colte e argomenti di un certo spessore, che però non risultano mai troppo pesanti grazie alla delicatezza e alla poesia con cui vengono trattati.
Ogni album di Murubutu contiene diversi capolavori, ma a mio avviso l'ultimo ha sfiorato la perfezione da tutti i punti di vista: metriche, flow, basi e soprattutto profondità dei testi. "L'uomo che viaggiava nel vento e altri racconti di brezze e …

Al via i lavori di rimozione del Ponte Morandi

Immagine
Sono arrivate pochi giorni fa nuove notizie sul Ponte Morandi, che riguardano lo smantellamento e la rimozione delle barriere e i lavori sulle pile 8 e 10.
Per cominciare vi posso parlare della notizia dell'8 gennaio che riporta le tappe della ricostruzione e dello smantellamento: entro il fine settimana ci sarà la rimozione dei new jersey di cemento per rendere la struttura più leggera.
L'altra tappa già definita è quella della scarificazione dell'asfalto sempre utilizzata per alleggerire la struttura, dopo aver fatto le fasi preliminari si potrà effettuare lo smantellamento vero e proprio della ponte a partire dal pilone 8. Per fare tutto ciò si utilizzerà la tecnica dello strand jack che consiste nell'appoggiare sui lati del ponte un macchinario che lo taglierà a pezzi che a loro volta saranno fatti scendere attraverso cavi d'acciaio.
Inoltre si sta trattando sulle penali, cioè nel caso in cui le aziende che hanno vinto l'appalto non rispettino i tempi dov…

Acquistare online o nei negozi?

Immagine
Cari lettori oggi voglio far fronte a uno dei dilemmi più discussi degli ultimi anni: ovvero è meglio comprare online o nei negozi?

Sono sempre di più i consumatori che acquistano online, non rinunciando però all’esperienza degli store offline: ai consumatori piace entrare nei negozi, provare gli abiti e testare prodotti di elettronica, ma l’acquisto effettivo avviene, in un secondo momento, su piattaforme online.

Lo conferma Nielsen (multinazionale di analisi e statistica con sede negli Stati Uniti) con un’indagine su 13.000 individui di 24 nazionalità diverse, dalla quale è emerso che fra gli italiani presenti sul web, il 12% si pone l’obiettivo di acquisire informazioni sul prodotto mentre l’ 88%, oltre ad informarsi, vuole fare acquisti online.
Non solo: dall’indagine gli italiani (79%) sono propensi ad acquistare prodotti oltreconfine, superando la media europea che è pari al 65%.

Ma che cosa spinge i consumatori ad acquistare online?
Acquistare online è diventata un’esperienza …